• Senza categoria

Il disagio dei minori: come leggerlo, osservarlo, segnalarlo per accoglierlo e superarlo

disagio2Martedì 7 maggio 2013, presso la Sala Polifunzionale dell’Istituto Comprensivo di Sant’Elia a Pianisi, si è tenuto il seminario “Il disagio dei minori: come leggerlo, osservarlo, segnalarlo per accoglierlo e superarlo”.

Dopo i saluti del Dirigente Scolastico dell’Istituto Prof.ssa Giovanna Fantetti e del sindaco di Sant’Elia a Pianisi Dott. Ferdinando Morrone hanno relazionato la Dott.ssa Maria Teresa Rotondaro Aveta (Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni del Molise), la Dott.ssa Anna Paolella (Ufficio Scolastico Regionale del Molise) e la Dott.ssa Francesca Vitale (Centro Clinico Polivalente VATMA – Termoli).

Nella sala gremita di docenti le relatrici hanno sottolineato che la scuola è un osservatorio privilegiato dove tutte le forze (insegnanti, famiglie ed enti locali) contribuiscono all’educazione dei futuri uomini, cittadini equilibrati che saranno contributo attivo nella società.

Spesso un particolare comportamento di un alunno comunica una richiesta d’aiuto e i docenti devono imparare a leggere i sottilissimi campanelli d’allarme e devono saper cosa fare.

Segnalare un disagio di un bambino o di un ragazzo è obbligo di tutti i docenti in quanto incaricati di pubblico servizio: mancare significa fare omissione di atti d’ufficio. Se una segnalazione è precoce i progetti di recupero vanno a buon fine. Spesso le storie di disagio durano a lungo a causa dell’inerzia delle strutture competenti.

disagio6 disagio5 disagio4 disagio3

invito 7 maggio 2013

You may also like...