• Senza categoria

Comenius 2012-2014 – Croazia, 8-13 ottobre 2013

manifesto2 x web           manifesto1 x web

Nel periodo 8- 13 Ottobre 2013 si è svolta la terza  mobilità prevista dal progetto  COMENIUS WET. Quattro docenti e quattro alunni, due di Sant’Elia a Pianisi, Martino Paolo e Sposato Davide e due di Pietracatella, Carrozza Michele e Mastrogiorgio Alessio hanno partecipato a questa terza  mobilità. Il viaggio ha visto i partecipanti affrontare un volo diretto Roma-Belgrado con arrivo nella capitale serba in tarda mattinata. Il gruppo è stato accolto da due docenti dell’Istituto ospitante “Osnovna skola Bartola Kasica” di Vinkovci e dopo esserci ritrovati con il gruppo di docenti e alunnni provenienti dalla Lituania si sono avviati verso la frontiera serbo-croata con un pullman messo a disposizione per il progetto.

Croazia2 Croazia5 Croazia12 Croazia9

Arrivati a Vinkovci, dopo scrupolosi controlli alla frontiera, gli alunni sono stati affidati alle rispettive famiglie ospitanti e i docenti accompagnati presso la struttura ricettiva loro riservata. Tutto il team europeo dei docenti si è ritrovato la sera in una cena conviviale offerta dalla scuola ospitante. Tutti i docenti presenti sono stati omaggiati con una bottiglia di grappa decorata a mano, un souvenir rappresentante un pesce decorato a mano, simbolo della città e della passione per la pesca tipica della popolazione di Vinkovci, gadget scolastici e depliants informativi sul luogo.  Il giorno successivo, mercoledì 9 ottobre 2013, tutti i partecipanti provenienti dai quattro stati coinvolti nel progetto sono stati ricevuti dal dirigente scolastico nella sede della scuola. Erano presenti tre docenti per Cipro, tre per la Germania e tre per la Lituania, oltre il team proveniente dall’Italia. La scuola ci ha accolto con canti e danze tipiche del luogo e con una piccola manifestazione teatrale in lingua croata organizzata dagli alunni della scuola primaria. E’ seguita la visita alla struttura scolastica e successivo pranzo offerto dalle famiglie presso la piccola palestra della scuola destinata per l’occasione a sala per il convitto. Dopo il pranzo, docenti e alunni sono stati accompagnati in un tour turistico per Vinkovci, città della Slavonia con oltre 30.000 abitanti, attraversata dal fiume Bosut.

Croazia4Abbiamo visitato il museo civico Gradski nel quale si è avuto l’opportunità di ammirare reperti storici risalenti a diversi periodi storici. La città di Vinkovci è  considerata  dagli storici come la “più vecchia città in Europa”. E’ seguita la visita alla cattedrale di Vinkovci e poi tempo libero per girovagare per le vie barocche della città. Giovedì 10 ottobre 2013 i docenti sono stati accolti ancora a scuola.  La giornata celebrava la “festa del ringraziamento per i frutti della terra” e per l’occasione è stata allestita una piccola mostra dei prodotti della Croazia, in particolare del pane come bene prezioso per la vita di tutti noi. E’ seguita una messa solenne in cui le preghiere sono state recitate in tutte e cinque le lingue degli stati partecipanti al progetto. I docenti provenienti dai vari paesi europei hanno offerto i loro doni al Dirigente Scolastico e alla referente del Progetto ed è poi seguito il project meeting, intervallato da un saluto breve del responsabile locale delle scuole del distretto di Vinkovci e dall’intervento della stampa locale che ha realizzato una intervista al dirigente scolastico e al coordinatore referente del progetto Comenius per la rete televisiva locale. Durante il project meeting si è fatto il punto della situazione sul progetto e si sono definite i criteri e le modalità organizzative per la rivista di fine progetto e per la prossima mobilità in Italia. La referente per l’Italia, la prof.ssa Racchi, ha illustrato anche lo svolgimento del Comenius Day svoltosi nel nostro Istituto il 30 maggio scorso. Gli studenti sono stati impegnati, nel corso della mattinata, in un workshop che ha visto la realizzazione di un grande pannello raffigurante il pesce, simbolo di Vinkovci, realizzato a più mani da tutti i ragazzi partecipanti al progetto.

Croazia10 Croazia11

Dopo un pranzo nei locali della scuola, tutto il gruppo è partito alla volta di Vukovar, una cittadina a 30 km da Vinkovci, diventata famosa a causa della “Battaglia per Vukovar” e del triste destino che ha vissuto durante la Guerra dell’Indipendenza della Croazia in Slavonija, nel 1991. La città è stata fondata nel neolitico, durante la storia è diventata il centro difensivo della Croazia. Vukovar è tutt’oggi piena di monumenti e artefatti come per esempio la Torre dell’Acquedotto, completamente distrutto nei bombardamenti del 1991, La Colomba di Vucedol, vaso a forma di uccello, diventato uno dei simboli della città, il castello Eltz dove si trova il museo della città di Vukovar, il centro di stile barocco, la casa natia di Lavoslav Ruzicka, famoso chimico croato. In memoria di coraggiosi eroi della Guerra dell’Indipendenza della Croazia vi si trova il Monumento ai caduti e la fossa comune presso Ovcara. Tutti questi luoghi sono stati visitati durante il pomeriggio e illustrati da una guida in lingua inglese.

Croazia6 OLYMPUS DIGITAL CAMERA Croazia8

Nella giornata di venerdì 11 ottobre 2013 si è partecipato ad una visita al Plitvice Lakes National Park. Il parco, patrimonio mondiale dell’UNESCO, si trova a circa 5 ore di pullman  da Vinkovci. E’ definito uno dei siti naturalistici più belli della Croazia, occupa una superficie di 33.000 ettari e comprende 16 laghi in successione, collegati fra loro da cascate. I boschi del parco sono popolati da numerose specie di animali fra i quali l’orso bruno, il cinghiale, il lupo, la lince ed il capriolo. All’interno del parco è stato possibile, nonostante una pioggia battente, spostarsi a piedi lungo i suggestivi sentieri naturalistici ed effettuare un attraversamento con un piccolo battello per godere del paesaggio da un altro punto di vista.  La bellezza e l’unicità del luogo ha compensato pienamente il lungo viaggio effettuato per raggiungerlo.

Croazia1 Croazia3 Croazia7

L’ultimo giorno di permanenza in Croazia è stato dedicato alla visita di Ilok, piccola cittadina con circa 7000 abitanti e un porto fluviale sul Danubio.  Visitando Ilok abbiamo avuto occasione di toccare l’estremo punto orientale in Croazia, visto che la città si trova proprio sul confine orientale serbo. Abbiamo visitato il castello Odelscalchi, sede del museo civico della cittadina, e la chiesa dove è sepolto San Giovanni da Capestrano. Il pranzo è stato svolto in un locale all’aperto, sulle rive del grande e suggestivo fiume Danubio.  La cittadina è nota anche per la sua lunga tradizione vinicola e le vecchie cantine. Il gruppo ha terminato la splendida giornata visitando una di queste vecchie cantine e degustando il vino locale immersi nell’atmosfera dal sapore antico di vinaioli e amanti del vino.  La serata è trascorsa piacevolmente in un tipico locale di Vinkovci alla presenza di tutti i docenti partecipanti alla mobilità. La domenica mattina del 13 ottobre 2013 i gruppi hanno avuto modo di rilassarsi tra spa dell’albergo, bar e passeggiate per le vie della cittadina, prima della partenza per i rispettivi voli previsti nel pomeriggio.  Dopo un momento di saluti e ringraziamenti alla referente del progetto per la Croazia tutti i docenti, con i rispettivi alunni, sono stati condotti all’aeroporto di Belgrado. Solo il gruppo della Germania è tornato a casa in treno.  Giunti a Belgrado i gruppi si sono separati per raggiungere le specifiche destinazioni.  Il gruppo italiano è rientrato regolarmente alle sedi di Sant’Elia a Pianisi e Pietracatella in piena notte e gli  alunni sono stati affidati alle rispettive famiglie.

 

 

You may also like...