• Senza categoria

18-23 marzo 2014 – Progetto Comenius in Italia

Manifesto x web              manifesto 19 marzo - invito

manifesto1 - Copia           manifesto2 - Copia           manifesto3 - Copia

 

Dal 18 al 23 marzo 2014, l’Istituto Comprensivo di Sant’Elia a Pianisi ha accolto, nell’ambito del progetto Multilaterale Comenius WET- Water Europe’s Treasure, una delegazione di 12 docenti e 16 alunni provenienti da quattro scuole di quattro differenti stati europei:  la Germania con la Mittelschule di Lindau, la  Lituania con la scuola Alitaus r. Simno gimnazija di Simnas, la Croazia con la scuola Osnovna skola Bartola Kasica di Vincovci e  Cipro con la scuola Gymnasio Stavrou di Nicosia. L’accoglienza rientra pienamente nell’ambito del progetto che prevedeva cinque mobilità, una per ognuno degli Stati europei afferenti al progetto.

Il progetto, di durata biennale, si concluderà nel mese di  maggio 2014 con l’ultima mobilità in Germania.

Durante i cinque giorni di permanenza nella nostra regione docenti e alunni stranieri sono stati impegnati in attività didattiche, sociali e culturali finalizzate alla conoscenza e alla valorizzazione della realtà territoriale.

s.elia1 s.elia2 s.elia1a
s.elia3 pietracatella1 pietracatella3
pietracatella1 meeting pietractella4

 Vi sono stati momenti di accoglienza ufficiali con la presenza oltre che del personale scolastico anche di autorità locali e associazioni culturali presenti sul territorio. I momenti  didattici sono stati organizzati all’interno delle scuole con canti, esibizioni musicali, presentazioni ed illustrazione in lingua inglese della storia del nostro territorio, delle opere d’arte e degli edifici storici presenti nonché delle risorse naturali che ci circondano; illustrazione dei lavori realizzati sul tema dell’acqua e condivisione di metodologie  e strategie didattiche emerse attraverso la visita guidata nelle singole classi, primaria e secondaria dei due plessi scolastici. La visita a Termoli ha permesso di ammirare il suggestivo centro storico con il borgo vecchio nonché il porto con  i suoi tipici pescherecci valorizzando quello che rappresenta per il Molise certamente il più importante centro turistico balneare.

termoli

La giornata svoltasi il giorno venerdì 21 marzo a Napoli è stata accompagnata da un piacevole clima primaverile, ed è trascorsa all’insegna della cultura e dell’amicizia: alunni e insegnanti hanno apprezzato i luoghi visitati, mostrando interesse per la storia e l’arte ad essi legate; tutto il gruppo ha vissuto i diversi momenti del percorso con spirito di partecipazione. La stessa meta del viaggio ha fatto da sfondo integratore alla preziosa occasione di confronto e dialogo, essendo Napoli la “città delle culture” per eccellenza.

napoli1 napoli4 napoli2

Nell’ultima giornata di permanenza in Italia, il 22 marzo 2014, come da programma, è stata effettuata un’uscita con il gruppo di alunni e docenti Comenius, italiani e stranieri, presso il lago di Occhito a Macchia Valfortore.

Il gruppo Comenius si è recato presso una fattoria di zona nel comune di Macchia Valfortore. Dopo una prima accoglienza con latte fresco e dolci fatti in casa, i partecipanti hanno potuto visitare l’azienda agricola e assistere alla preparazione del formaggio accompagnata dalla spiegazione dettagliata  delle varie fasi del processo.

E’ seguita una piacevole passeggiata verso il lago accompagnata dalla descrizione delle principali caratteristiche naturalistiche e artificiali di quello che rappresenta per la nostra realtà ambientale una risorsa idrica importante. Gli ospiti hanno particolarmente gradito la visita al lago e si sono lasciati facilmente immergere nell’atmosfera naturalistica che avvolge il paesaggio del lago.  Hanno anche apprezzato il successivo momento conviviale presso l’azienda agrituristica che ci ospitava; il pranzo ha fornito un’altra occasione per poter sperimentare la ricchezza del nostro territorio anche dal punto di vista culinario.

Verso le ore 14:00 tutto il gruppo è stato ricondotto presso la sede scolastica  di Sant’Elia a Pianisi. Gli alunni hanno continuato a trascorrere il pomeriggio tutti insieme cimentandosi in una partita di calcio e i docenti, dopo un pomeriggio di riposo si sono ritrovati la sera presso la sala consiliare di Pietracatella per una festa finale organizzata dai genitori degli alunni italiani.

Nel complesso la giornata è trascorsa all’insegna dell’amicizia, del contatto con la natura e dell’approfondimento della reciproca conoscenza.

macchia2 macchia1 party

Il giorno 23 marzo, al mattino presto, i genitori ospitanti hanno accompagnato  gli alunni al punto di raccolta previsto davanti alla sede dell’Istituto di Sant’Elia a Pianisi e, dopo un primo momento commovente di saluti e qualche lacrima di commozione, i gruppi si sono lasciati con la promessa di mantenersi in contatto per non perdere rapporti di amicizia consolidati in questi brevi giorni ma avviati già nelle precedenti mobilità. Docenti e alunni stranieri sono stati accompagnati dalle  fino all’aeroporto di Fiumicino.

Anche in questa mobilità, che ha coinvolto in prima persona tutto l’Istituto Comprensivo di Sant’Elia a Pianisi, alunni, docenti e famiglie hanno avuto una straordinaria occasione per integrarsi nell’Europa attraverso la scoperta delle reciproche culture e tradizioni rafforzando la dimensione europea nell’ambito dell’istruzione scolastica. Il cammino intrapreso è stato lungo e molto impegnativo, anche dal punto di vista organizzativo, ma gratificato da esperienze uniche che  gli alunni ma anche tutto il personale coinvolto, difficilmente potranno dimenticare. Grazie alla tenacia e alla volontà del Dirigente Scolastico, prof.ssa Giovanna Fantetti, la scuola si è aperta all’Europa attraverso lo scambio di buone pratiche, l’utilizzo della lingua inglese come lingua veicolare, il rafforzamento della dimensione europea e la diffusione dei valori e dei diritti comunitari, la cui conoscenza è indispensabile per la crescita culturale delle nuove generazioni, desiderose di affacciarsi in Europa. Gli alunni  europei sono stati accolti presso le famiglie degli alunni in modo ineccepibile,  e sono stati impegnati, insieme agli insegnanti, in una settimana certamente  ricca di iniziative didattiche, sociali e culturali finalizzate alla conoscenza e alla valorizzazione della realtà territoriale nonché al potenziamento della lingua inglese e alla diffusione di valori e tradizioni che si sono scoperte condivise da tutti i nostri partners europei.

giornale


            

           

 

You may also like...